Chi Sono

ADAMO ALESSI

Mi chiamo Adamo Alessi Appassionato cinofilo da sempre, ufficializzo la mia formazione nel 2009 diplomandomi come Educatore Cinofilo presso l’I.N.S.C.A. (Istituto Nazionale per lo Studio del Comportamento Animale) con il punteggio di 100/100. E' motivo di orgoglio oggi essere entrato a far parte del corpo docenti di questa prestigiosa scuola di formazione. Nello stesso periodo ho sostenuto l’esame per entrare a far parte dell’A.P.N.E.C. (Associazione Professionale Nazionale Educatori Cinofili), diventandone dopo qualche anno consigliere nazionale.

Nel luglio 2010 ho frequentato il corso di formazione professionale riconosciuto A.P.N.E.C e CNS Libertas/Coni per Tecnico Conduttore in Pet Therapy, presso l’I.N.S.C.A rtas/CONI, ottenendo la qualifica di Educatore Cinofilo di III livello da quest’ultima. A settembre 2010 ho ottenuto il Brevetto Nazionale di Qualifica riconosciuto CSN Libertas/Coni come tecnico Istruttore di Huntering(3°livello).

Negli anni successivi ho ottenuto il brevetto nazionale di qualifica riconosciuto CSN Libertas/CONI come Tecnico Istruttore per il progetto Cane Urbano, di cui ricopro la carica di responsabile per la regione Veneto. Nell’Aprile 2012 con immensa soddisfazione divento addestratore ENCI sez 3 cani da caccia.

Dal 2005 allevo con passione e dedizione il golden retriever ottenendo importanti riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale. Condivido tutto questo con la mia splendida famiglia composta da tre meravigliosi bambini e i mie sette golden .

Valori

IL GRIGIO E’ UN'ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA AFFILIATA ALLA FEDERAZIONE ITALIANA SPORT CINOFILI.

Il codice etico di condotta è l'insieme dei principi e delle regole etiche e comportamentali che tutti i professionisti iscritti e riconosciuti dal CNS LIBERTAS - Settore Cinofilia, sono tenuti a rispettare.
Il Settore Cinofilia di CNS LIBERTAS riconosce come principio imprescindibile il rispetto da parte dei DESTINATARI delle leggi, dello statuto, dei regolamenti e delle delibere assunte dal CIO, dal CONI, e dal CNS LIBERTAS.
* Il benessere del cane è prioritario e in alcun modo subordinato a fini speculativi e/o personali.
* Il Tecnico è responsabile delle proprie azioni nei confronti del binomio cane-uomo e verso la società.
* Nell'esercizio della propria professionalità, il Tecnico persegue la promozione, la divulgazione e la diffusione della cultura cinofila.
* Il Tecnico è tenuto, ad un atteggiamento di riservatezza in merito ai fatti e notizie inerenti le attività a lui affidate, e a vigilare affinché i propri collaboratori.
* Nella pratica della propria attività, il Tecnico deve essere onesto nel valutare le richieste e l'effettivo bisogno del socio e del cane.
* I tecnici riconosciuti rifiutano in modo categorico l'utilizzo di metodologie, tecniche e dispositivi coercitivi, così come l'uso della forza e della violenza, o di imposizioni fisiche e psicologiche sul cane, a favore di tecniche di training cognitivo, orientato a rispettare il benessere dell'animale.